Seconda Giornata della legalità. Alunni dell’Istituto Fiani-Leccisotti di Torremaggiore attori per un giorno.

 Il dirigente scolastico il dott. Carmine Collina dell’istituto Fiani- Leccisotti di Torremaggiore ancora una volta incoraggia i suoi studenti all’ attenzione sul tema della legalità. L’ occasione è offerta nella 2° giornata della legalità in memoria della tragedia dell’omicidio del segretario comunale Tonino Piacquaddio e dell’assessore Lucio Palma. E con grande impegno civile che i ragazzi della 5F( indirizzo economico sociale), guidati dalla regia del noto attore sanseverese Nazario Vasciarelli, hanno messo in scena un corto teatrale di dieci minuti durante il quale viene rappresentato e raccontata la triste vicenda che colpì il 6 dicembre del 1990 tutta la comunità di Torremaggiore.  I giovani attori si sono messi in gioco nell’ interpretare una vicenda consumatasi 32 anni fa: quattro le voci narranti , mentre il resto degli alunni sono stati impegnati in diverse azioni drammatiche, rendendo la tensione emotiva colma di tensione. Le scelte del regista Nazario Vasciarelli sono state piene di sensibilità per la rappresentazione della vicenda, a partire da una colonna sonora fatta di brani di grande effetto emotivo che hanno aiutato gli spettatori e gli attori a calarsi nella vicenda. Tutti i ragazzi hanno partecipato per mettere in scena un’ottima rappresentazione, segnata da grande serietà, precisione e compostezza e nel curare meticolosamente, in soli tre giorni di incontro, la drammaturgia del corto.

Non sono mancati  gli applausi e lo stupore del pubblico presente, in primis del figlio Antonio Piacquaddio, l’ avvocato Ciro Piacquaddio, il quale ha, poi, presentato tutti gli ospiti della seconda giornata della legalità.

Inoltre c’è stata una grande partecipazione di tutti gli studenti dell’istituto Fiani Leccisotti , degli istituti comprensivi di via Nenni e “Sacco e Vanzetti” che , invitati a elaborare testi sul tema “La corresponsabilità delle istituzioni e dei cittadini nella tutela del bene comune, della legalità e della democrazia “.

La lettura di tutti gli elaborati dei ragazzi e il contributo dei diversi ospiti hanno rappresentato un momento di riflessione sul valore dell’impegno politico e sul concetto di giustizia.

Alla fine, anche il contributo importante di uno dei sopravvissuti alla strage, l’ex assessore Leccisotti e quello del vicesindaco Faienza che ha elogiato i ragazzi e ha chiesto di realizzare un archivio completo di tutto ciò che è stato raccolto e realizzato per ricordare un momento importante della nostra storia recente.

A.Ruscitto / M.Parrella

Print Friendly, PDF & Email