L’ex-Deputato ed ex-Assessore Regionale on. Angelo Cera interviene sulla crisi amministrativa in atto e difende a spada tratta l’ex-fedelissimo Angelo Ianzano per essere stato trattato in maniera “troppo superficiale” dal primo cittadino Michele Merla.

“Lo ha sostituito non tenendo presente che Angelo Ianzano è il Maradona di San Marco in Lamis, con il suo 40% dell’elettorato della Lista ‘Per San Marco’ meritava più rispetto – spiega Cera a SanMarcoNews.it – in passato ho litigato con l’ex-vice-sindaco, questa è storia, ci siamo fatti la guerra, ce ne siamo detti di tutti i colori. Ma devo essere onesto con me stesso e con gli elettori sammarchesi: Ianzano è una figura moderata che è riuscita ad attirare attorno a se i concittadini più poveri, quelli che hanno bisogno di aiuto, quelli che tutti i giorni non riescono a sbarcare il lunario. Le sue dimissioni dovevano essere trattate diversamente da Merla, si doveva congelare il ruolo del vice-sindaco, come è stato fatto per la maglia di Maradona; affidare questo ruolo ad un’altra persona significa umiliare il 40% dell’elettorato che ha permetto al primo cittadino di stravincere la competizione amministrativa nel 2021. Senza Ianzano il primo cittadino Merla, sia la prima volta, sia la seconda, si sarebbe seduto tra i banchi della minoranza”.

Cera è un fiume in piena, forte probabilmente anche della rielezione di suo figlio Napoleone a Consigliere Regionale e della vittoria alle Politiche del 25 settembre 2022, le stesse che hanno visto inviare a Roma il deputato Giandiego Gatta (Forza Italia) e la senatrice Anna Maria Fallucchi (Fratelli d’Italia).

“Merla, il cui partito ha ottenuto appena il 14% alle ultime politiche – conclude Cera – con l’abbandono di Ianzano è sempre più in minoranza tra la popolazione e la sua giunta e coalizione rappresentano oramai solo ed esclusivamente i soliti potentati, lontani anni luce dalla gente comune; a Ianzano dico di riflettere sull’opportunità di realizzare una valida alternativa ad una maggioranza oramai troppo d’élite”.

Print Friendly, PDF & Email
2 pensiero su “Angelo Cera: “Ianzano meritava rispetto, lui da solo è un partito”.”

I commenti sono chiusi.