Proseguono le attività propedeutiche alle celebrazioni del Centenario dell’Arma azzurra con una giornata dedicata alle autorità politiche della provincia di Foggia.

Martedì, 14 marzo 2023, un delegato prefettizio, accompagnato da una rappresentanza dei Sindaci della provincia di Foggia, ha visitato la Base Aerea di Amendola, ricevuti dal Col. Roberto Massarotto, Comandante del 32°Stormo.

Il Comandante Massarotto ha tenuto un briefing di presentazione per illustrare agli ospiti le peculiari attività del reparto e dei traguardi raggiunti finora attraverso l’impiego dei Sistemi d’Arma in dotazione come il caccia omniruolo F-35 e il velivolo a pilotaggio remoto, comunemente conosciuto come “Predator”.

Le autorità e gli amministratori locali hanno accolto con grande entusiasmo l’invito del Colonnello Massarotto, intervenendo numerosi a questo evento denominato “La giornata del Sindaco”, interamente dedicato a illustrare le attività peculiari del Reparto con lo scopo di favorire un più ampio coinvolgimento delle Istituzioni e delle realtà politiche locali con il 32° Stormo di Amendola e con il mondo aeronautico.

La presenza di una così numerosa rappresentanza delle Autorità e degli Amministratori locali è un segno tangibile di una grande vicinanza alle realtà del territorio, di una sinergia d’intenti tra popolazione civile e mondo aeronautico e del ruolo che, da decenni, ricopre il 32° Stormo nell’ambito della Provincia e del Presidio Militare. Lo Stormo occupa, infatti, non solo geograficamente, un posto centrale nella realtà politico-economica dell’intera Capitanata, grazie anche alla provenienza di gran parte del proprio personale dai numerosi comuni del territorio.

La “Giornata del Sindaco” ha offerto molteplici spunti di confronto e di dialogo, favorendo l’instaurazione di nuovi rapporti di collaborazione e corroborando quelli già esistenti; è stata una splendida opportunità di delineare ulteriori interazioni con gli amministratori territoriali locali e di adoperarsi efficacemente per una maggiore diffusione della cultura aeronautica in un anno così importante per la Forza Armata che annovera tra i programmi futuri diverse attività che si protrarranno fino a fine anno.

Ai partecipanti è stata data possibilità di visitare la linea volo, dove hanno potuto ammirare in mostra statica un esemplare del velivolo F-35 e del velivolo a pilotaggio remoto “Predator”.

L’appuntamento è stato anche un’occasione per illustrare tutti gli eventi in programma quest’anno per il centenario della costituzione dell’Aeronautica Militare, sia quelli che interessano tutto il territorio nazionale che quelli che si svolgeranno sulla base di Amendola.

Il 32° Stormo – prima unità operativa in Europa a operare con il velivolo F-35A e unico Reparto che impiega congiuntamente sia l’F-35A (CTOL) a decollo e atterraggio convenzionali sia l’F-35B (STOVL) a decollo corto e atterraggio verticale, contribuendo alla Difesa Aerea Nazionale e NATO – ha costituito la sede ottimale per l’esposizione delle esperienze ai membri della delegazione che hanno riconosciuto l’assoluta valenza e autorevolezza delle informazioni acquisite in merito a tutti gli aspetti relativi all’introduzione in servizio del caccia, anche in termini di sinergia ed interoperabilità.

Il 32° Stormo è alle dipendenze del Comando delle Forze da Combattimento (CFC) di Milano, la cui missione assegnata è quella di acquisire e mantenere la prontezza operativa di tutti gli organismi della difesa aerea e di attacco e di ricognizione, provvedendo all’efficienza operativa dei sistemi d’arma, dei mezzi e dei materiali, nonché all’addestramento del personale e al costante aggiornamento ed ottimizzazione delle procedure operative, nel rispetto delle linee guida delle Superiori Autorità.

Il CFC è alle dipendenze del Comando Squadra Aerea che ha competenza in materia di addestramento, predisposizione e approntamento operativo dei propri Reparti, affinché gli stessi acquisiscano e mantengano i previsti livelli di prontezza operativa.

Dopo il raggiungimento della Initial Operational Capability (IOC), avvenuta nel 2018, partecipa, dal 2019, alle Operazioni NATO di Air Policing fuori i confini nazionali. Dal febbraio 2020 il 32° Stormo è l’unico Reparto del panorama europeo che impiega congiuntamente sia l’F-35A (CTOL) sia l’F-35B (STOVL), contribuendo, con il velivolo di 5ª generazione, alla capacità Air Expeditionary della Forza Armata.

Impiegando gli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) MQ9-A, inoltre, il Reparto effettua operazioni di Intelligence, Surveillance, Target Acquisition & Recoinnissance (I.S.T.A.R.), sia nazionali che di coalizione. Con i jet MB-339, inoltre, il 32° Stormo completa l’addestramento dei piloti di APR per mantenere un adeguato livello operativo sui velivoli a pilotaggio tradizionale.

Print Friendly, PDF & Email