L’Asd San Marco espugna il difficile campo della neo promossa Polimnia all’ultimo giro di lancette con la rete dell’intramontabile bomber Salerno.

Zero a uno il risultato finale al termine di una gara bella e avvincente che alla fine ha premiato i ragazzi del presidente Aniello Calabrese i quali non hanno mai smesso di crederci.
Partita, condizionata non poco da forti raffiche di vento, che ha visto i padroni di casa più in palla nella prima frazione e i nostri celeste granata decisamente meglio il secondo tempo.
Ma veniamo alla cronaca.

Primo tempo.

Dopo una brevissima fase di studio i padroni di casa provano ad imporre il proprio gioco creando alcuni grattacapi alla difesa celeste granata guidata dall’ottimo numero uno Sivestri, ribattezzato “Gatto Silvestri”.

Al settimo minuto traversone insidioso di Ievolella che l’attento Silvestri smanaccia. Al decimo ancora Silvestri è impegnato da una punizione dalla lunga distanza che blocca con sicurezza. Dopo due minuti prima azione d’attacco per i ragazzi di mister Iannacone con Paolo Augelli che guadagna il fondo e mette in mezzo, ma la difesa locale non si lascia sorprendere. Al quarto d’ora ancora Silvestri strepitoso para su Ievolella da distanza ravvicinata. La pressione della Polimnia inizia a calare e Salerno e soci provano ad affacciarsi dalle parti di Pellegrini. Alla mezz’ora Dragano ci prova da fuori, ma la sua conclusione debole si spegne tra le mani del portiere. A cinque minuti dal termine Albano vola via sull’out di sinistra, mette al centro una gran palla che attraversa tutta l’area piccola e termina fuori.
Si chiude così il primo tempo.

Secondo tempo.

Al secondo minuto Marasciulo ci prova dalla distanza mandando sulla traversa. Al terzo minuto Colella prova il gol dalla grande distanza, ma il suo tiro esce fuori di poco.

Iniziano a spingere i campioni celeste granata che collezionano diverse palle gol in breve tempo. Al quinto da una punizione di Colella la palla giunge al limite dell’area dove è posizionato Albano che calcia sfiorando di pochissimo il palo.

Dopo due minuti Salerno manda alto su corner di Colella. Aumenta la pressione, il gol sembra essere nell’aria, Colella ancora ci prova da fuori, ma la palla sfiora l’incrocio dei pali.

Mister Iannacone vuole vincere e manda in campo Caruso e Coco giocandosi l’ultima parte della gara con quattro punte. Al minuti venticinque brividi per l’Asd San Marco per la traversa colpita da Marasciulo dalla lunga distanza. Dopo due minuti l’ottimo Coco serve Albano il quale mette Salerno a tu per tu col portiere che è bravo a chiudergli la traiettoria. A dieci minuti dal termine miracolo di Gatto Silvestri su Roncone presentatosi solo davanti a lui. Scampato il pericolo De Cesare, Grifa e soci si catapultano nuovamente in attacco per provare a vincere la partita. A due minuti dal termine punizione di Colella per Salerno il cui colpo di testa sfiora il palo e non è agganciato per pochissimi centimetri da Coco.

All’ultimo giro di lancette da una punizione sulla trequarti di Colella nasce il gol vittoria.

Salerno la rimette in mezzo, Coco recupera palla fuori porta e serve a bomber Salerno la palla perfetta da spingere in porta per i primi tre punti stagionali.

Ancora un brivido nel recupero quando Roncone da buona posizione calcia sul primo palo, ma trova nuovamente l’ottimo Gatto Silvestri sulla sua traiettoria.

Termina così la prima gara di campionato con una grande vittoria in trasferta.

Un plauso ai ragazzi della Curva Skikki che hanno sostenuto la squadra per tutta la gara. Il silenzio del tamburo di Adriano è stato assordante per noi.

Le dichiarazioni del presidente Aniello Calabrese a fine gara: “Non potevo chiedere partenza migliore. Tre punti importanti contro una buonissima squadra. I ragazzi ci hanno creduto, il mister era convinto di vincerla tant’è che ad un certo punto ho visto quattro attaccanti in campo. Vorrei evidenziare come per il terzo anno consecutivo schieriamo il calciatore più piccolo d’Eccellenza, molto probabilmente di tutta l’Italia, parliamo di Michele Iannacone classe 2006, da dieci anni con noi, l’applauso va a tutti gli addetti ai lavori del settore giovanile e scolastico. Bene così, ora guardiamo avanti.

Le parole di mister Iannacone: “Le prime di campionato sono sempre partite particolari. La tensione gioca brutti scherzi. Poi giocare in casa di una squadra che ha appena vinto il campionato di Promozione ed è strapiena d’entusiasmo rappresenta certamente qualche insidia in più. Noi questo lo sapevamo e sapevamo di dover soffrire i primi minuti, ma i ragazzi sono stati bravi a superare il momento di difficoltà, trovare le giuste contromisure e provare a vincerla fino all’ultimo istante. Il campionato sarà difficilissimo, la squadra non è ancora completa, ora godiamoci questi primi tre punti e pensiamo alla prossima come fosse una finalissima”.

Print Friendly, PDF & Email