Commentando un servizio sulle dimissioni dell’ormai ex-assessore Sacha De Giovanni il sindaco di San Marco in Lamis Michele Merla si paragona a Gesù e riferisce del tradimento di Giuda Iscariota. Chiaro il riferimento a chi fino a qualche ora fa era seduto in giunta con lui e che agli occhi di tutti sembrava proprio il suo braccio destro.

Le dimissioni di De Giovanni continuano a creare veleni nella maggioranza ormai risicata della lista “Per Sammarco“. Tutto ciò mentre l’opposizione sembra non approfittarne.

Ecco il testo del sindaco.

di Michele Merla (*)

Gesù che conosce quello che c’è nell’uomo, definisce Giuda Escariota il discepolo traditore, il diavolo.

Giuda è presentato nei vangeli come l’uomo opportunista, colui che agisce sempre e soltanto in base al proprio interesse.

Ciò che determina le sue scelte e le sue azioni corrisponde unicamente con la sua convenienza.

Giuda alla verità preferisce la menzogna, all’appartenenza preferisce l’odio, nonostante gli viene riconosciuto un’attenzione maggiore rispetto agli altri discepoli.

Ma Giuda la scelta l’ha fatta e se ne va per tornare dopo un poco con torce e armi alla testa del gruppo di guardie che catturerà Gesù.

Con la sua scelta Giuda non ha tradito solo Gesù, ma anche se stesso.

Ed esce mestamente dal Vangelo.

(*) Sindaco di San Marco in Lamis

Leggi anche:

Print Friendly, PDF & Email