Gentile redazione di sanmarconews.it,

è stato portata alla mia attenzione l’articolo “Dramma della solitudine a Borgo Celano: anziano trovato morto”  del 19 gennaio 2023 che riporta la triste notizia della prematura scomparsa del mio amato Suocero. Suocero che dopo una vita di lavoro a Milano ha deciso di trascorrere i suoi ultimi anni nella sua amata San Marco in Lamis come aveva sempre desiderato. Questo nonostante il parere contrario delle due figlie e dei rispettivi compagni poiché spaventati dal fatto di averlo a 800 km e di non poterlo vedere o assistere come quando abitava a pochi minuti di distanza. Suocero che nell’estate 2022 è stato colpito da un’ischemia, è finito in terapia intensiva ed è stato curato in loco per mesi e fino a completa guarigione – sfruttando ogni tipo di permesso lavorativo, ferie e buon cuore del datore di lavoro – con l’amore smisurato che solo figlie, generi, consuoceri e alcuni amici del luogo a cui saremo eternamente grato possono dare.Suocero che abbiamo costantemente supportato e a cui abbiamo fatto sentire la nostra vicinanza e il nostro amore da remoto – al nostro meglio – facendo qualsiasi cosa fosse possibile fare da 800 km per prendercene cura. Suocero che purtroppo è scomparso improvvisamente nella notte per un malore lasciandoci sgomenti nel dolore. L’articolo ha provocato nella nostra famiglia molto dolore, soprattutto per il titolo, in quanto se c’è una cosa che mio Suocero non ha vissuto è la solitudine e l’unico dramma che è accaduto oggi è la sua tragica e prematura scomparsa. Purtroppo Antonio se n’è andato a 74 anni improvvisamente lasciandoci un vuoto nel cuore: le sue due giovani figlie lo hanno molto amato e da lui hanno ricevuto l’amore che solo un genitore può dare. Cordiali saluti. Alessandro Baldassari Leggi anche:
Dramma della solitudine a Borgo Celano: anziano trovato morto.
Print Friendly, PDF & Email