Patrocinato come consuetudine dal Gruppo Volontariato SM 27. nella persona del suo iperattivo presidente dr. Ciro Nardella, si è svolto ieri e l’altro ieri (6 e 7 settembre) presso il Parco dei Dinosauri a Borgo Celano (distante pochi chilometri da San Marco in Lamis sulla strada per San Giovanni Rotondo) un importante stage sul tema della sicurezza e dei rischi connessi rivolto ai giovanissimi e futuri volontari.

I piccoli, coinvolti in questi insegnamenti con relative dimostrazioni sul campo, guidati da esperti e professionisti dei vari settori interessati, hanno risposto con grande attenzione ed entusiasmo.

L’educazione alla conoscenza dei rischi, che comprende varie tipologie, (contatto chimico o ad eventi naturali, o anche quelli di natura sanitaria legata al soccorso), è di fondamentale importanza soprattutto, come in questo caso, se insegnata sin da piccoli poiché la conoscenza è un fattore necessario di crescita. La formazione serve per le conoscere e prevenire quindi i rischi e, in caso di catastrofi naturali, sapere come agire in ambienti particolarmente pericolosi.

In questo senso il merito della sezione Volontariato di San Marco in Lamis è significativo e va considerato come esempio da perseguire.

Alcuni specialisti dei settori hanno formato la loro opera i piccoli volontari nel corso di queste due giornate fornendo a ciascuno le necessarie informazioni, ed essi sono stati il dr. Leonardo Pennisi per ciò che ha riguardato il rischio chimico/fisico (rischio dovuto al contatto con sostanze chimiche, etc.), il dr. Angelo Nardella, noto medico anestesista, per le modalità d’intervento urgente in fase di soccorso, con ausili, l’ing. Nicola Potenza per i rischi riferiti alle catastrofe naturali tipo terremoti, incendi, etc. e, infine il prof. Severino Stea, per ciò che concerne il territorio.
Ieri, in seconda giornata, abbiamo avuto anche la presenza di Gianpiero Villani, autorevole presidente del Gruppo Speleologico Montenero, nonché del Parco dei Dinosauri, che ha ospitato l’evento (peraltro in un ambiente pulito ed ordinato in ogni settore e ricco, in ambito scientifico/didattico, di molti punti interessanti, oltre che di intrattenimento), che ha illustrato ai giovanissimi apprendisti volontari alcune tecniche di soccorso applicate in condizioni di difficile operatività.

Esperienza da ripetere periodicamente.

Print Friendly, PDF & Email

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.