Non si placano le polemiche sulle esternazioni dell’avv. Raffaele Daniele, detto Sergenze, sulla squadra di calcio cittadino ASD San Marco. E’ lo stesso legale e politico ad intervenire. Vediamo cosa dice.

“Beh che dire, mai mi sarei aspettato che si prendesse posizione in tal senso e che si scegliesse da che parte stare. Probabilmente non ho visto ancora tutto. Giova ribadire, ma in questo caso proprio a tutti, che non ho mai considerato l’ASD terra di conquiste politiche, ne’ mai io mi sono speso in tal senso e non ho mai fatto campagna elettorale e/o proselitismo nella associazione, la mia correttezza è stata a 360 gradi, e questo è noto a tutti” – inizia così il lungo post di Raffaele ‘Sergente’ Daniele sulle polemiche relative all’ASD San Marco, una delle due squadre di calcio locale.

“Questa la realtà ma di politico non è stato fatto alcun riferimento dal sottoscritto; le diatribe, gli alterchi e le polemiche sono nate per aver evidenziato le differenze di trattamento tra le varie associazioni e aver perorato la causa dell’ASD, e anche questo è innegabile. Di politica ha parlato il sindaco e non il sottoscritto; la mia considerazione è nata, e giustamente checché se ne dica, dall’applicazione di misure e pesi diversi nei confronti delle associazioni e realtà tutte presenti sul territorio. Se poi il sindaco pe fa ammujina ha tirato fuori altri temi ( la carica di assessore, il conflitto di interessi, baratti vari) mi è sembrato doveroso rispondergli, e con atti alla mano. La disponibilità si dimostra con fatti concreti e non a parole e noi ne siamo consapevoli da anni. Mi dispiace veramente e mi lascia perplesso il post fatto, ma non mi pento né di quanto fatto negli anni scorsi per l’ASD né tantomeno delle decisioni prese ultimamente. Perché sottolineare l’indubbio carattere apolitico dell’ASD? Perché quasi scusarsi? Perché prendere le distanze da chi e da che cosa? Per ottenere cosa?” – aggiunge Daniele.

“Schiena dritta, petto in fuori e sguardo fiero. Non c’è bisogno di ingraziarsi nessuno. Oltre alla vicinanza di persone comuni e a qualche “mi piace” di alcuni addetti ai lavori, l’unica solidarietà è arrivata da un gruppo di ragazzi della scuola calcio che correndo per le vie del paese, quando mi hanno incrociato, mi hanno urlato ‘Forza Raffaele’; strappandomi un sorriso quasi come quello immortalato nella foto” – conclude l’esponente della civica CivilMenti e della Lega.

Leggi anche:

La politica potrebbe distruggere il calcio a San Marco in Lamis.

Merla: ecco come risolvere il problema sull’ASD San Marco.

Print Friendly, PDF & Email