Angelo Cera contro Michele Merla. Non è una novità. Oggetto del contendere questa volta l’aumento delle tasse comunali e la nettezza urbana. Ora si attende la replica del Primo Cittadino, in piena estate e in piena campagna elettorale per le Politiche 2022.

L’ex-deputato ed ex-assessore regionale Angelo Cera scende nuovamente in campo per attaccare frontalmente l’Amministrazione Pubblica di San Marco in Lamis capitanata dal sindaco Michele Merla.

Questa volta l’oggetto del contendere sono le tasse comunali, che per Cera sarebbero aumentate a dismisura.

“Il fatto che i cittadini sammarchesi ormai si siano assopiti alle scelte dell’Amministrazione Merla e che non manifestino più nessuna emozione (sia essa positiva o negativa), sia la scusa per il Sindaco Michele Merla di poter anche aumentare le tasse e far pagare di più! Mi riferisco alla tassa sull’immondizia che in queste ore i cittadini di San Marco in Lamis stanno ricevendo a casa” – scrive in una nota diffusa agli organi di stampa locali.

Secondo l’ex-deputato: “rispetto all’anno scorso (2021) c’è un aumento del 30%, ossia un appartamento di ca. 25 mq ha avuto un aumento di 30 euro. Rispetto a due anni fa (2020) c’è un aumento che si aggira intorno al 50%”.

Cera per finire si lamenta della città sporca, nonostante gli impegni della P.A. e gli appelli dell’assessore di competenza a mantenerla pulita.

Ora si attende la contro-replica del primo cittadino, che sicuramente sarà al vetriolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.