Annalisa Sassano, 41 anni, è il primo presidente del Consiglio Comunale donna a San Marco in Lamis. Prima di lei questo importante ruolo politico e istituzionale era stato ad appannaggio esclusivo del mondo maschile.

Suo vice sarà Michele Augello, consigliere di minoranza eletto nella lista “Bene Comune”. Lo stesso si è detto disponibile a collaborare con la maggioranza e con l’opposizione nell’interesse della popolazione. 

Sassano, avvocato e politico moderato, è stato indicato a tale incarico dal sindaco Michele Merla e dalla sua maggioranza. Suo massimo sponsor e amico resta il vice-sindaco Angelo Ianzano, mister “1014 preferenze”.

Ecco il suo discorso di insediamento. 

Signor Sindaco, Assessori, colleghi Consiglieri, cari Concittadini in questa seduta di insediamento che traccia l’inizio di questa consiliatura, mi rivolgo a Voi non senza emozione per esprimere con gratitudine, per la mia elezione a Presidente del Consiglio Comunale, l’onore e l’onere che è stato scelto di affidare a me, prima donna nella storia politica e democratica della nostra città, chiamata ad assumere tale alta carica istituzionale, segno (lasciatemelo dire) di una raggiunta maturità socio-culturale e di emancipazione politica della nostra comunità.

In primis voglio ringraziare i concittadini che hanno consentito la mia, la nostra elezione nella massima Assise cittadina ove mi auguro io possa svolgere degnamente il ruolo assunto, instaurando con tutti voi un leale rapporto collaborativo onde assicurare a tutti di poter, col dialogo e il confronto, contribuire a far crescere la nostra Comunità e non deludere la cittadinanza che ha riposto nelle nostre mani il futuro della comunità.

Il mio primo pensiero va ai nostri giovani, i nostri ragazzi (privati di irripetibili esperienze esistenziali, a causa della pandemia) che io spero di riuscire a coinvolgere nella azione amministrativa dando loro modo di conoscerla e di partecipare anche attraverso iniziative mirate: essi devono essere protagonisti nella diffusione della cultura della legalità, cifra di questa Presidenza.

L’esperienza assessorile maturata nel precedente mandato amministrativo mi sarà di ausilio nel mio impegno politico che oggi assume una connotazione diversa: quella di Presidente del Consiglio Comunale che mi onoro di rappresentare e che mi impegno a svolgere con responsabilità, onestà, imparzialità e attento rispetto delle regole.

Da questo momento e per gli anni a venire sarò -con orgoglio- il Presidente di tutti e con umiltà sarò disponibile all’ascolto di suggerimenti costruttivi e propositivi che vorrete darmi: questo Consiglio dovrà essere la casa della buona e sana politica.
Intendo svolgere il mio ruolo di Presidente dell’Assemblea cittadina con equilibrio affinché siano garantiti e tutelati i diritti e le prerogative di tutti i componenti del Consiglio, assicurando lo svolgimento di una democratica dialettica tra i consiglieri, di maggioranza e di minoranza, nel rispetto del diritto dell’Unione Europea, della Costituzione, della Legge, dello Statuto e del Regolamento comunale.

Sono certa che in un momento così delicato, per il difficile tempo che stiamo vivendo e per le nuove sfide che la nostra città è chiamata ad affrontare, riusciremo insieme a farvi fronte col doveroso impegno di rappresentare in quest’aula i nostri concittadini che ci hanno voluto qui e per questo consentitemi di sollecitare ciascun di noi a espletare il nostro mandato con lealtà e probità, ripudiando coloro che agiscono nell’intrigo per i quali (come dice il Poeta) “trapassa e non ti caglia”.

Richiamo, perciò, noi tutti ad un dibattito civile, pacato e soprattutto costruttivo e propositivo, che metta da parte personalismi e superflue conflittualità, cercando di avere come obiettivo esclusivamente e sempre il benessere della nostra comunità.

Il prestigio, la dignità di questa Assemblea, saranno determinati dalla qualità dei nostri interventi sicché non posso che affidarmi alla vostra, nostra sensibilità e al nostro comportamento: per questo ad ogni consigliere che prenderà la parola, chiedo di avere sempre il massimo rispetto dei colleghi e del luogo in cui viene esercitato il proprio mandato.
Questo mio appello ho fiducia che non cadrà nel nulla!

Mi rasserena, poi, la certezza (per mia diretta conoscenza) di essere affiancata dalla capacità degli uffici e dalla abnegazione di tutto il personale, dalla competenza e indiscussa preparazione dei Responsabili di settore e del Segretario comunale (dott.ssa Paola Ferrucci, che mi dovrà supportare –oltre che sopportare– in ragione del mio nuovo ruolo e alla quale -consentitemi- rivolgo la mia stima personale e professionale).

A tutti loro rivolgo un caloroso saluto, ringraziandoli in anticipo per la proficua collaborazione che sapranno certamente prestare alle iniziative di questa Presidenza e di questo Consiglio Comunale.
Un doveroso quanto affettuoso riconoscimento di merito al mio predecessore, dott. Emanuele Leggieri, uomo politico di lungo corso che si è contraddistinto per lo spirito di servizio e di dedizione alla comunità (ricordo, tra le tante iniziative portate avanti –oltre al nostro amato Cinema Comunale a me caro– le tante battaglie politiche in difesa dei più deboli), modello ed emblema di amministratore, faro di generazioni, cui ciascuno di noi può attingere e fare tesoro. Spero, dunque, che io possa almeno avvicinarmi al suo spessore politico nell’espletamento del mio nuovo ruolo.

Al signor sindaco, dott. Michele Merla, va il mio saluto e il mio ringraziamento, non solo doveroso in quanto istituzionale, ma sentito. A lui, dal mio nuovo ruolo, auguro di proseguire con lo stesso impegno, la stessa volontà e il medesimo amore per i cittadini di San Marco in Lamis, che lo hanno nuovamente voluto alla guida della Città.

A tutti i componenti della Giunta voglio augurare un ottimo e proficuo lavoro in continuità con l’entusiasmo e l’armonia, la determinazione e concretezza che hanno contraddistinto il precedente mandato. Un sincero e amichevole saluto mi si consenta di rivolgere in particolare al Vice Sindaco –Angelo Ianzano – per l’ineguagliabile consenso ricevuto.

L’ultimo augurio di buon lavoro lo riservo a noi, carissimi consiglieri, affinché col contributo di tutti possiamo espletare serenamente il mandato con responsabilità nell’auspico che questa consiliatura sia foriera di una nuova stagione, che metta definitivamente alle spalle conflittuali contrapposizioni, distinguendosi per i risultati raggiunti e venendo ricordata quale testimonianza di emancipazione politica e sociale della nostra comunità.

Ringrazio tutti per l’attenzione. Buon lavoro a tutti noi!

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Avv. Annalisa Sassano

Michele Augello eletto vice-presidente del Consiglio Comunale.

Ad Annalisa va l’augurio nostro e di tutta la collettività di San Marco in Lamis per il suo nuovo ruolo di responsabilità. Sarà sicuramente la Presidente di tutti. Lo stesso augurio va a Michele Aucello.

Di Angelo Riky Del Vecchio

Angelo detto Riky. E' nativo di Foggia, ma ha vissuto tra Rignano Garganico, Rimini, Genova, Parma, Padova e Ravenna. Attualmente lavora in provincia di Foggia. E' Giornalista, Scrittore, Formatore e Infermiere. E' direttore del quotidiano sanitario nazionale www.assocarenews.it e collabora con i portali locali www.rignanonews.com e www.vocedelgargano.com.

Un pensiero su “Annalisa Sassano, la prima donna Presidente del Consiglio Comunale a San Marco in Lamis.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.