Parte a Peschici, presso l’Istituto Omnicomprensivo “Libetta”, il progetto scolastico e ministeriale “Io leggo perché”.

Il dirigente scolastico Claudio Costanzucci Paolino apre l’Istituto Omnicomprensivo Statale “Libetta” di Peschici al territorio e alle famiglie aderendo al progetto “Io leggo perché” che si svolgerà tra il 20 e il 28 novembre del 2021.

L’iniziativa che nasce grazie all’AIE associazione italiani editori, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, vede il coinvolgimento di tutte le scuole che vogliono collaborare a far crescere le biblioteche scolastiche del proprio territorio.

L’Istituto Omnicomprensivo “Libetta” di Peschici tra le prime scuole del Gargano a partecipare e aderire all’iniziativa per arricchire notevolmente di nuovi testi la propria libreria scolastica. Fervono, infatti, i preparativi da parte dello staff scolastico a partire dal dirigente Claudio Costanzucci Paolino, dagli alunni della primaria , aventi come referente la maestra Maria Cristina Mantovani e dalla secondaria di secondo grado referente prof.ssa Lucrezia D’Errico con la partecipazione della prof.ssa Stefania Cisternino, il prof. Andrea Ruscitto e la prof.ssa Arianna Zingarelli.

I ragazzi di tutte le classi del Liceo scientifico e del IV Socio sanitario saranno coadiuvati dai docenti e presenteranno i progetti e le loro idee, con diverse forme di espressione dalle letture alle rappresentazioni grafiche. Inoltre il contest prevede la collaborazione con la libreria “Maison di papier” di Vico del Gargano, che esibirà, attraverso la vetrina digitale le produzioni video degli eventi organizzati dalla scuola. Il programma in essere prevede la promozione della lettura, in collaborazione con scuole, istituzioni ed editori, tra i primi protagonisti numerosi studenti, mentre, un incontro speciale è con A. Piemontese, autore del testo.

“Realismo e neorealismo. Correnti involontarie”. A seguire una serie di letture all’aria aperta tra le vie cittadine dell’incantevole Peschici. Insomma una delle più belle e importanti iniziative nazionali di promozione della lettura. Il progetto “IO leggo perché” si promuove di raccogliere quanti più libri possibili , da inserire nelle biblioteche scolastiche. I risultati degli ultimi anni hanno già visto arricchire le nostre scuole di migliaia di libri in più, fornendo così la possibilità a tutti gli alunni di incrementare ulteriormente il sapere oltre che agevolare le loro ricerche. Le scuole sono chiamate a divulgare l’iniziativa, ma tutti noi possiamo contribuire e farne parte attivamente. Come? Recandoci nelle librerie di fiducia e donare uno o più libri alla biblioteca di un istituto scolastico. I libri donati dal pubblico e dagli editori saranno un punto di partenza per un percorso didattico continuativo all’interno delle scuole, dove non si faranno mancare, ulteriori incontri, attività laboratoriali, letture e spettacoli.

Il progetto prevede in futuro di ampliare la collaborazione con associazioni e istituzioni del territorio al fine di espandere la conoscenza delle attività svolte dalla scuola.

L’edizione che vedrà come luogo di riferimento l’Agorà rispetterà tutte le norme anti-Covid, inoltre sulla piattaforma on line saranno segnate tutte le librerie aderenti che dispongono di modalità di acquisto a distanza, per evitare spiacevoli assembramenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.