Sono passati ben sette anni dall’ultima alluvione che portò morte e desolazione sul Gargano. San Marco in Lamis fu colpita pesantemente e numerosi furono gli allagamenti, i crolli e gli smottamenti.

Ancora oggi, nonostante alcuni lavori già espletati, vaste aree della città sono in pericolo e la cittadinanza ha paura.

Di qui l’appello del sindaco Michele Merla e della sua giunta alla Regione Puglia e agli Enti competenti: “facciamo presto o sarà troppo tardi e poi la gente ha paura”.

Ora alle istituzioni l’ultima parola: mettere in sicurezza i luoghi e i cittadini o ignorare l’appello del sindaco Merla, raccolto oggi anche da Telenorba.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.