Il 15enne ritenuto l’assassino di Francesco Pio D’Augelli, il 17enne accoltellato a morte lunedì sera a San Severo, si è costituito.

Gli investigatori della Squadra mobile erano già sulle sue tracce subito dopo il delitto. Davanti alla 

Questura di Foggia 

ci sono stati momenti di tensione tra il padre e alcuni parenti del presunto assassino che hanno inveito contro i giornalisti presenti. Dietro il delitto si nasconderebbero 

motivi passionali

: sembrerebbe la gelosia per una ragazzina, fidanzata del 17enne.

Il litigio di sabato – 

L’omicidio è avvenuto lunedì sera intorno alle 21:30, vicino all’abitazione della vittima, in via Lucera. La vittima e il 15enne ricercato avrebbero avuto un litigio già sabato sera e proprio in quell’occasione il più giovane avrebbe minacciato di morte il 17enne. Lunedì sera poi ci sarebbe stato un ulteriore confronto, finito in tragedia.  

Manca l’arma del delitto –

 Francesco Pio D’Augelli dopo aver ricevuto la coltellata al fianco, ha percorso qualche decina di metri prima di accasciarsi al suolo. Sono stati alcuni passanti ad allertare i soccorsi, ma il ragazzo è arrivato in ospedale già priva di vita. Sono ancora in corso le ricerche dell’arma del delitto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.