Ospitiamo l’intervento di Angelo Ianzano ieri in Consiglio Comunale. È stato nominato v ice-sindaco con delega ai servizi sociali e allo sport dal primo cittadino Michele Merla.

Sig. Presidente, Sig. Sindaco, Assessori, colleghi Consiglieri, carissimi Concittadini,

con questo mio breve intervento voglio innanzitutto, con soddisfazione ed entusiasmo, condividere con tutti Voi parole di gratitudine per l’ampio consenso che la cittadinanza mi ha voluto tributare, consenso che mi lusinga e che cercherò con tutto me stesso di onorare e non deludere.

Oggi cominciamo un nuovo mandato amministrativo forti dell’esperienza acquisita in questi anni e degli indiscutibili risultati ottenuti: siamo riusciti, non senza difficoltà, a risanare il bilancio comunale, siamo riusciti a trasformare il nostro Comune in un Ente virtuoso e dinamico, proiettato al futuro e finalmente in grado di Pianificare, Progettare e Realizzare interventi in grado di Migliorare la nostra comunità.

Chiedo, perciò, a tutti voi consiglieri di supportare in maniera costruttiva e propositiva questa Amministrazione; alla popolazione, invece, chiedo di continuare a starci vicino, trasmettendoci fiducia e serenità.

Ho ricevuto dalla mia famiglia l’insegnamento di due regole basilari di “buona educazione”, regole che non ho mai smesso di applicare e che mi hanno sempre aiutato nelle relazioni personali e professionali, regole che, insieme a mia moglie, ho trasmesso ai miei figli:
la prima, “quando entri in un posto nuovo, chiedi sempre permesso”;
la seconda, “quando vai via da quel posto, cerca di lasciarlo in condizioni migliori di come lo hai trovato”.

Nel rispetto della prima regola, per essere qui in questo momento, abbiamo prima di tutto chiesto permesso ai cittadini attraverso il loro voto.
Oggi, prima di entrare nelle stanze di Palazzo Badiale, chiediamo permesso ai dipendenti comunali.
Se la prima regola dipende principalmente da noi, la seconda, al contrario, richiede la collaborazione di tutti.

Ed è proprio per questo che oggi, come già nella scorsa consiliatura, mi accingo a svolgere il mio mandato assessorile di Vice-Sindaco di questo Comune chiedendo innanzi tutto a Voi componenti della maggioranza di fare squadra, di lavorare con la stessa passione e la stessa abnegazione di sempre, ascoltando ed accogliendo le istanze di tutti i cittadini.
Chiedo, inoltre, ai dipendenti comunali la loro preziosa collaborazione, senza della quale sarebbe impossibile realizzare i nostri progetti.
Chiedo anche ai consiglieri di minoranza la loro collaborazione, al fine di instaurare un confronto costruttivo e propositivo, nel rispetto dei ruoli di ognuno di noi.
Alla cittadinanza, infine, chiedo fiducia e pazienza: ogni trasformazione richiede del tempo.
Nei primi cinque anni di mandato amministrativo, l’obiettivo di lasciare il Comune in una situazione migliore di quella iniziale è stato a mio avviso centrato, anzi è andato oltre le aspettative; a confermarlo vi è il dato indiscutibile e democratico del voto dei cittadini, attraverso il quale essi hanno espresso con chiarezza la loro volontà di dare fiducia e continuità a questa Amministrazione.
Anche questa volta, cosi come durante lo scorso quinquennio amministrativo, faremo il possibile per lasciare il Comune in una situazione migliore di quella iniziale, in ogni settore amministrativo.
Mi auguro fortemente che alla fine dei prossimi cinque anni, attraverso il lavoro e la collaborazione di tutti, saremo in grado di lasciare alle future generazioni una città migliore…..noi continueremo nei prossimi cinque anni a lavorare tutti insieme sempre e solo per SAN MARCO.

Angelo Ianzano

Vice-sindaco di San Marco in Lamis

Un pensiero su “Ianzano: la nostra sarà una maggioranza tra la gente e per la gente.”
  1. Carissimo, quello che nn hai potuto fare x causa di forza maggiore, fallo adesso 5 anni passati e altri 5 anni futuri sono tanti, auguri di buon lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.