Si è concluso positivamente il primo incontro tra il Comune di San Marco in Lamis e le associazioni. Presenti una ventina di sodalizi. Tutti dovranno mettersi in regola. 

“Sono felice di aver condiviso con tutti loro, con il sindaco e con i miei colleghi di consiglio e di giunta bei momenti di confronto e di progettualità” – lo ha dichiarato Sacha De Giovanni, assessore alla cultura, al turismo e all’ambiente del Comune di San Marco in Lamis al termine della prima riunione delle associazioni locali sul Comune.

Presenti, tra gli altri, il sindaco Michele Merla, l’assessore Meriligia Nardella e i consiglieri comunali Luigi Tricarico, Antonio Tosco e Elisa Catta.

Ne seguiranno tanti altri.

Moltissimi gli spunti:

  • programmazione di un cartellone e di rassegne annuali con tutte le associazioni, divisi in due semestri: 1 gennaio/30 giugno – 1 luglio/31 dicembre;
  • creazione della rete delle associazioni;
  • iscrizione all’albo comunale delle nuove associazioni e di quelle non ancora iscritte;
  • attuazione della consulta dei movimenti e delle associazioni ex art. 42 dello Statuto comunale;
  • iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore delle associazioni allo scopo di attivare partenariati pubblico/privati, soprattutto in funzione dei programmi PNRR;

San Marco in Lamis, si è detto, deve diventare una città a misura di bambini e vicina alle famiglie, in cui tutti gli sforzi congiunti tra amministratori e associazioni, a partire dalla scuola, siano rivolti alla tutela dell’ambiente, alla crescita culturale e all’inclusione sociale.

L’incontro di ieri nella sala consiliare del Comune di San Marco in Lamis.

Ecco il resoconto completo sull’incontro.

Direttive del Comune:

  • necessità di iscriversi all’albo comunale (sarà pubblicata apposita modulistica da compilare), valevole a livello di censimento, anche per essere contattati in vista delle varie iniziative (per il momento hanno preso contatti telefonici da inserire in un gruppo WA dedicato ad avvisi per il terzo settore). Dovrebbe poi il tutto andare online su apposita piattaforma;
  • necessità di iscriversi agli appositi albi regionali (a breve sostituiti dal RUNTS) per poter accedere ai locali della cittadella delle associazioni ed avere laboratori/sedi, locali tutti che al momento necessitano di ristrutturazione di circa 27-28.000 euro e che non saranno pronti prima di qualche mese;
  • i locali saranno concessi gratuitamente solo se l’associazione darà un qualche ritorno a favore del paese (e qui poi dovremmo cercare di capire bene cosa si intende);
  • stessa necessità di iscrizione agli albi regionali/RUNTS per poter accedere a qualsiasi tipo di finanziamento, a partire dal patrocinio comunale fino ad arrivare ai fondi europei del Piano Nazionale di Resistenza e Resilienza (PNRR), passando per i vari fondi intermedi provinciali e regionali (per la Regione sono previsti 1mln di euro, fino a 40.000 euro ad associazione previsto dal recente bando regionale 3.0 per il terzo settore);
  • creazione di un albo culturale da cui far partire i progetti;
  • previsione di una specifica procedura per chiedere il patrocinio ed avere la tracciabilità delle iniziative con largo anticipo, mediante un calendario di programmazione degli eventi – almeno per grosse linee – di tipo semestrale, per esempio entro metà dicembre occorre presentare il calendario di programmazione dell’attività dell’associazione per il periodo dal primo gennaio al 30 giugno, anche per evitare possibilmente una sovrapposizione di eventi tra le varie associazioni del paese (per esempio secondo me noi dovremmo già “occupare” sicuramente almeno il 2 aprile e/o dintorni). Destinatari della richiesta di patrocinio devono essere sindaco, intera giunta e assessore di riferimento competente;
  • attiva partecipazione di cittadini mediante piattaforme on-line di discussione, comitati di quartiere, consiglio comunale dei ragazzi, gruppi di lavoro per affinità di oggetto tra associazioni.

    Il prossimo incontro è previsto già giovedì 11 novembre che avrà come tema gli eventi natalizi, sempre alle ore 18 nella sala consigliare, mentre nel secondo incontro per approfondire i progetti delle varie associazioni è previsto per il 25 novembre ore 18.

    Print Friendly, PDF & Email
Un pensiero su “Incontro proficuo tra Comune e Associazioni.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *